« Vai al sito CNGEI

Rover

Prepararsi al Servizio

Il metodo di branca R

Rover, cuore fra le nuvole e piedi sulla roccia!

La Branca Rover propone attività educative per ragazzi e ragazze comprese tra i 16-19 Anni; il suo scopo è accompagnare i giovani a un processo di autoeducazione progressiva, caratterizzata dall’autonomia, dalle scelte e dall’impegno personale.

Età: 15/16 – 18/19

È l’età delicata ed importante nella quale si vuole avere “comprensione del mondo, della società e del proprio valore”: viene offerta la possibilità ai ragazzi e alle ragazze di far parte di un gruppo eterogeneo, chiamato Compagnia, che coopera per costruire un cammino comune e condiviso fatto di esperienze e momenti di riflessione. Con i ragazzi e le ragazze c’è un solo capo adulto, il quale svolge con i ragazzi tutte le attività, aiuta il gruppo nella progettazione e realizzazione delle attività e accompagna ognuno nel proprio percorso di crescita e consapevolezza.

Il cammino non è solo quello intellettuale fatto di confronto, incontri e profonde discussioni, ma ha anche forti momenti fisici (Hike) in cui i ragazzi e le ragazze possono sperimentare i propri limiti e conoscere posti sempre diversi e nuovi. Un momento in cui si conosce ciò che ci circonda e si impara a conviverci.
Questo cammino è articolato e tocca tutte le parti della vita dei ragazzi: culturale, sociale, spirituale, la relazione con l’ambiente circostante e lo sviluppo personale.
Chi è parte del gruppo contribuisce nel decidere cosa fare, come organizzare le attività e verificarne i risultati: è un processo altamente democratico dove si apprende ad agire nel rispetto delle persone e delle regole comuni.

Particolare importanza ha, nell’offerta per questi ragazzi, la sperimentazione del Servizio inteso come dono disinteressato del proprio impegno personale. L’interiorizzazione dell’importanza di spendersi per gli altri è una delle colonne portanti del nostro metodo perché speriamo che nei ragazzi e nelle ragazze, una volta diventati adulti, si accenda il desiderio di migliorare il mondo e viverlo come cittadini.
Anche il poter vivere in autonomia le proprie esperienze, da condividere poi con gli altri, è un aspetto fondamentale del roverismo.


Lo stesso B.P. invita il Rover che affronta la vita a guidare da solo la sua canoa e a non essere una pecora del gregge. L’associazione offre ai propri Rover, oltre all’attività in gruppo, diversi momenti a partecipazione individuale che ne arricchiscono il bagaglio culturale, alimentano i rapporti sociali e permettono di vivere a contatto con il mondo ed i suoi cambiamenti.